HomeBanche per L'impresa

Alitalia addio, nasce Ita Airways. Nuova livrea azzurra, tricolore sulla coda

L'a.d. Lazzerini: "Nasce la compagnia di bandiera italiana". Il presidente Altavilla: "Non nasce per stare sempre sola"

Alitalia addio, nasce Ita Airways. Nuova livrea azzurra, tricolore sulla coda

Dalle ceneri di Alitalia nasce Ita Airways. “Non è che nasce oggi una compagnia di bandiera italiana ma la compagnia di bandiera” ha detto l’a.d.

Alitalia, via libera a Ita: ai contribuenti costa 1,5 miliardi
Ita accelera sulle nozze e taglia i ponti con Alitalia
Calenda: “La cessione di Alitalia slitterà a fine ottobre”

Dalle ceneri di Alitalia nasce Ita Airways. “Non è che nasce oggi una compagnia
di bandiera italiana ma la compagnia di bandiera” ha detto l’a.d. Fabio Lazzerini durante la conferenza stampa per presentare il decollo della nuova società.

Un aereo tutto azzurro, con il logo Ita Airways in oro bianco, ali bianche, tricolore sulla coda. Questa la nuova livrea di Ita Airways, presentata nel corso della conferenza stampa per l’avvio della nuova compagnia. “Vogliamo qualcosa che ci rappresenti con onore nel mondo – ha spiegato il direttore marketing Giovanni Perosino – Vedete un azzurro, vedete un tricolore, vedete un logo che sarà in oro bianco. Tutto questo sarà tradotto in tutto quello che faremo. Questo aereo ancora non esiste, esisterà a brevissimo, nei prossimi mesi, non appena l’avremo declinato in tutto, negli aerei, nelle divise.

Ita parte con 52 aerei che saliranno a 76 l’anno prossimo. “Finalmente siamo qui. Questa mattina alle 6.30, con 7 minuti di anticipo è decollato il primo aereo, e grazie alle 37 persone che all’inizio hanno creduto in questa mezza follia, abbiamo fatto partire la compagnia” ha detto Lazzerini. “Abbiamo ricevuto la comfort letter dell’Ue il 15 luglio e in novanta giorni” siamo qui, ha sottolineato Lazzerini, aggiungendo che oggi “stiamo facendo i nostri 180 voli, con regolarità”.

“Dobbiamo dimostrare al contribuente italiano che questa volta staremo attenti all’uso che facciamo del loro capitale, questo è l’obbligo che ci sentiamo chiaro in testa” ha detto il presidente di Ita Alfredo Altavilla. “Questo deve essere il vero cambiamento di mentalità”, ha aggiunto, sottolineando che “Ita non nasce per essere un operatore stand alone per sempre. Sarebbe un obiettivo irrealistico, un inutile desiderio di grandezza. Ita nasce per diventare un elemento importante e strategico all’interno di uno dei grandi network di settore”. Su quale possa essere il partner, Altavilla ha risposto: “Sono assolutamente agnostico.
Guardo in qualunque direzione, dovunque ci sia l’opportunità di creare valore per Ita”. È un “processo cui cominceremo a lavorare dalla settimana prossima, riteniamo importante chiuderlo entro il 2022”.

Fonte: Huffpost

 

Commenti