HomeAgriculture, Automotive, Texiles, Fashion & Other

Istat. Ad ottobre l’inflazione frena ancora

Istat. Ad ottobre l’inflazione frena ancora

L'Istat, nelle stime preliminari, fa sapere che l'inflazione frena ancora. Ad ottobre, infatti, la crescita annua dei prezzi al consumo si ferma all'1

Lane: inflazione sotto 2% nel 2023 e 2024
Inflazione: è un ritorno al passato. Bisogna conoscerla per affrontarla
Istat. L’inflazione frena a febbraio

L’Istat, nelle stime preliminari, fa sapere che l’inflazione frena ancora. Ad ottobre, infatti, la crescita annua dei prezzi al consumo si ferma all’1,0%, dall’1,1% di settembre, rilevando un “lieve rallentamento” che ci riporta sui valori di inizio anno. L’Istituto rende noto che su base mensile il tasso scende dello 0,2% e spiega che sul dato di ottobre incide il forte ribasso registrato per l’istruzione universitaria, grazie all’introduzione, decisa nella scorsa manovra, di una “no tax area” e di una “low tax area”. Crescono invece i prezzi del cosiddetto “carrello della spesa”. L’Istat stima, infatti, un rincaro ad ottobre per i beni alimentari, per la cura della casa e della persona, che aumentano dello 0,7% su base mensile e dell’1,7% su base annua (da +1,1% di settembre). Ad ottobre, rileva l’Istat, a fare la differenza a livello di prezzi è l’istruzione universitaria, con ribassi del 39,3% sia su base mensile che annua, spiegando che è una conseguenza “dell’entrata in vigore delle nuove norme sulla contribuzione studentesca universitaria”. Regole che incidono sull’ “esonero dal pagamento del contributo onnicomprensivo annuale per gli studenti che appartengono a un nucleo familiare con Isee fino a 13.000 euro e l’esonero parziale per alcune categorie di studenti che appartengono a un nucleo il cui Isee è tra 13.001 e 30.000 euro”. 

Commenti