HomePortualità e Marittimo

Il porto di Stoccolma sperimenta una boa innovativa che funziona a energia solare

Una strumentazione che sarà operativa anche con condizioni metereologiche complicate

Il porto di Stoccolma sperimenta una boa innovativa che funziona a energia solare

Accordo di collaborazione tra Fincantieri e Navantia
MIMS: assegnati 630 milioni per favorire lo sviluppo delle Zes
Pronti a partire con la costruzione del nuovo porto turistico a Piombino

Il porto di Stoccolma ha iniziato i test per l’utilizzo di boa innovativa che funziona ad energia solare. Una fase di sperimentazione nell’ambito del progetto Intelligent Sea EU, l’obiettivo di queste nuove strumentazioni è quello di essere operativa anche in presenza di condizioni metereologiche complicatissime.

La società finlandese Arctia-Meritaito gestisce il progetto insieme al porto di Stoccolma. “Speriamo che le celle solari, in combinazione con il fatto che la boa è controllata a distanza tramite 4G, rendano più efficiente il servizio e la manutenzione. Speriamo anche in un inverno freddo e rigido per testare la boa in condizioni meteorologiche avverse”, sottolinea Fredrik Lindstål, presidente del consiglio di amministrazione del porto di Stoccolma.

Fonte: Shipmag

Commenti