HomePolitica Italiana

Proroga del lavoro agile per i lavoratori fragili della PA

Pubblichiamo integralmente la nota inviata in data odierna dalla Segreteria generale FLP al Ministro per la Pubblica Amministrazione Paolo Zangrillo.

Proroga del lavoro agile per i lavoratori fragili della PA

   Egregio Sig. Ministro,il 30 settembre 2023, in mancanza di una nuova disposizione normativa, e a differenza di quanto avviene nel lavoro pr

Marco Carlomagno segretario generale della Flp ospite al Tg2 Italia Europa
Italia bloccata nella “trappola dei talenti” europea
Università Pegaso – universitas mercatorum

 

 Egregio Sig. Ministro,il 30 settembre 2023, in mancanza di una nuova disposizione normativa, e a differenza di quanto avviene nel lavoro privato, cessa per i lavoratori fragili in servizio nelle Pubbliche Amministrazioni, la possibilità di svolgere full time la prestazione lavorativa in modalità agile, anche mediante l’adibizione a diversa mansione.

In tal modo viene negata al personale, affetto da patologie gravi, in contrasto con le stesse raccomandazioni del Ministero della Salute, la necessaria tutela, in una fase in cui resta comunque alta l’attenzione e la vigilanza sanitaria per la comparsa di nuove varianti Covid.

L’esperienza di questi anni ha dimostrato che il lavoro agile non è stato in alcun modo un fattore di rallentamento delle attività svolte dalle Amministrazioni, ma anzi ha permesso, nella maggioranza dei casi, di sperimentare positivamente nuovi modelli organizzativi e lavorativi, con benefici su cittadini e imprese; un azzeramento di tale misura non solo metterebbe a rischio la salute di decine di migliaia di lavoratori, ma andrebbe invece nella riproposizione di vecchie concezioni burocratiche e obsolete della PA, che Lei invece ha dichiarato di voler contrastare.

Le chiediamo quindi un immediato intervento sulla materia, di natura normativa, o visti i tempi ristretti, anche regolamentare, che non sia però di semplice indirizzo o di mera raccomandazione, e che sia in grado di garantire la reale tutela dei fragili e pari dignità al personale interessato, a prescindere da dove presta servizio, scongiurando quella discrezionalità che troppo spesso rende le Amministrazioni Pubbliche dei feudi autogestiti.

Iniziativa che ovviamente riteniamo debba essere assunta in tempi brevissimi, attesa l’imminente scadenza dei termini.

Cordiali saluti.

                                                                                              La Segreteria Generale FLP

Fonte: Flp.it

 

Commenti