HomeMercati internazionali

Mrs. Merkel va a Washington

Mercati finanziari, influenze negative dalle incertezze della Fed
Bce. Sui mercati finanziari aumenta la propensione al rischio
Fattori ESG e investimenti socialmente responsabili alla luce del recente intervento dell’ESMA

 

Joe Biden, all’epoca vicepresidente, con Angela Merkel in un’immagine del 2013 a Berlino

Angela Merkel oggi arriva a Washington: è la prima leader dell’Unione europea a essere ricevuta alla Casa Bianca. È un vertice molto atteso. Joe Biden e la Cancelliera tedesca hanno in comune l’approccio pragmatico, l’attenzione al merito, anche tecnico, delle questioni. Merkel, 67 anni, ha dialogato con quattro presidenti americani e quella di oggi è la diciannovesima visita nella capitale americana. Terminati i colloqui la Cancelliera e il suo consorte, Joachim Sauer, saranno a cena con Biden, la First Lady Jill, la vice presidente Kamala Harris e il marito Doug Emhoff, nella Sala dello State Dinner.

Non sarà, però, una vera «Cena di Stato», la cerimonia di massimo riguardo per un ospite. Il protocollo si è dovuto piegare alle cautele imposte dal Covid. Tuttavia Biden riprende la tradizione iniziata con Barack Obama che l’8 giugno del 2011 offrì uno «State Dinner» ad Angela Merkel. Anche in quell’occasione fu la prima tra i capi di Stato e di governo Ue a essere invitata dal presidente americano.

Tutti questi dettagli segnalano quanto la nuova amministrazione voglia ristabilire un rapporto produttivo con Berlino, chiudendo la stagione trumpiana delle incomprensioni. I consiglieri dello Studio Ovale, però, non sono preoccupati per eventuali sortite di «The Donald». Casomai c’è un po’ di apprensione per quello che ha detto ieri George W. Bush. In una delle sue rarissime interviste, l’ex presidente repubblicano ha criticato la decisione di ritirare i soldati Usa dall’Afghanistan.

Bush fu il Commander in Chief che nel 2001 cominciò la guerra contro i talebani e da allora ha sempre difeso quella scelta, insieme con la decisione di invadere l’Iraq nel 2003. Bush ha dichiarato alla Deutsche Welle, agenzia di stampa tedesca, che anche Merkel è d’accordo con lui: gli occidentali, ritirandosi, stanno riconsegnando il Paese ai Talebani. «Le donne e le ragazze soffriranno più di tutti». Vedremo se il tema aggiungerà un po’ di movimento alla conferenza stampa congiunta in programma intorno alle 16.30 (le 22, 30 in Italia).

Fonte: Corriere della Sera

Commenti