HomeHabit & Renewable Energies

Sopravvissuto a un tumore, il cane supporter della maratona di Boston è tornato in pista

Sopravvissuto a un tumore, il cane supporter della maratona di Boston è tornato in pista

Rajan finished SMEs to help American MNCs: Swamy
Lotta al cambiamento climatico? Dalle grandi banche solo parole
Litio dalla geotermia per batterie più sostenibili, in Europa si inizia

In un video pubblicato da Rich Powers su Facebook, Spencer tiene in bocca una serie di appunti che annunciano il suo ritorno alla maratona. «Sono passati 2 anni e mezzo. Ne abbiamo passate tante. Ci siete mancati tutti. Siamo pronti a rivedervi. Bentornati corridori!», a sostegno della campagna «We are Boston Strong». Quello che non c’era scritto sui cartelli è che Spancer è quasi morto nel 2020 a causa di un tumore.

«Temevamo che non sarebbe mai stato in grado di tifare di nuovo la maratona», racconta la sua famiglia. Il cane è stato operato ed è sopravvissuto al calvario delle terapie. Ha perso peso, ha vissuto giorni difficili, ma è tornato in prima fila a tifare i corridori speciali come lui. «Siamo incredibilmente fortunati ad averlo qui per incitare di nuovo i corridori».

Nel 2018 il video in cui faceva il tifo con la pioggia a dirotto, con indosso il suo impermeabile giallo, ha ottenuto più di 2 milioni di visualizzazioni: «Eravamo lì per motivare i corridori e a giudicare dai loro volti, è stato un vero successo». Spencer lavora come cane da terapia in scuole e ospedali e ora che è tornato in salute, non vedeva l’ora di tornare in pista, con un sorriso ancora più smagliante, se questo fosse possibile.

Fonte: la Stampa.it

 

Commenti