HomeHabit & Renewable Energies

Sopravvissuto a un tumore, il cane supporter della maratona di Boston è tornato in pista

Sopravvissuto a un tumore, il cane supporter della maratona di Boston è tornato in pista

Spencer è un Golden Retriever di 12 anni diventato famoso nel 2018 mentre faceva il tifo per i corridori della maratona di Boston sotto la pioggia

Inchiesta Washington Post: “Impegni su clima basati su dati falsi”
Eni: scoperto giacimento di gas a Cipro
La Commissione Europea vuole considerare sostenibili il nucleare e il gas naturale

In un video pubblicato da Rich Powers su Facebook, Spencer tiene in bocca una serie di appunti che annunciano il suo ritorno alla maratona. «Sono passati 2 anni e mezzo. Ne abbiamo passate tante. Ci siete mancati tutti. Siamo pronti a rivedervi. Bentornati corridori!», a sostegno della campagna «We are Boston Strong». Quello che non c’era scritto sui cartelli è che Spancer è quasi morto nel 2020 a causa di un tumore.

«Temevamo che non sarebbe mai stato in grado di tifare di nuovo la maratona», racconta la sua famiglia. Il cane è stato operato ed è sopravvissuto al calvario delle terapie. Ha perso peso, ha vissuto giorni difficili, ma è tornato in prima fila a tifare i corridori speciali come lui. «Siamo incredibilmente fortunati ad averlo qui per incitare di nuovo i corridori».

Nel 2018 il video in cui faceva il tifo con la pioggia a dirotto, con indosso il suo impermeabile giallo, ha ottenuto più di 2 milioni di visualizzazioni: «Eravamo lì per motivare i corridori e a giudicare dai loro volti, è stato un vero successo». Spencer lavora come cane da terapia in scuole e ospedali e ora che è tornato in salute, non vedeva l’ora di tornare in pista, con un sorriso ancora più smagliante, se questo fosse possibile.

Fonte: la Stampa.it

 

Commenti