HomeEuropean Banking News

Unicredit Bank Austria, in rampa di lancio bond a 15 anni da 500 mln

La controllata del gruppo guidato dall'ad, Jean Pierre Mustier, ha dato mandato a un team di banche per il collocamento di quest'obbligazione covered e garantita da mutui ipotecari

Unicredit Bank Austria, in rampa di lancio bond a 15 anni da 500 mln

In arrivo la riforma delle agenzie fiscali
Balzo del pil nel 1° trimestre: +0,4%. E rispetto al 2016 la crescita è dell’1,2%, al top dal 2010
Istat. Pil +0,5% nel terzo trimestre 2017

In rampa di lancio un’emissione a 15 anni da 500 milioni di euro da parte di Unicredit Bank Austria. Ifr (Refinitiv) riporta che la controllata austriaca del gruppo guidato dall’ad Jean Pierre Mustier ha dato mandato a un team di banche per seguire il collocamento di questa obbligazione covered e garantita da mutui ipotecari. Gli istituti sono Société Générale, Erste, Helaba, Ing e la stessa Unicredit. Il titolo dovrebbe ottenere un rating Aaa da parte di Moody’s.

La scorsa settimana la banca era tornata sul mercato obbligazionario dopo la pausa estiva con la controllata tedesca Unicredit Bank Ag che aveva lanciato un covered bond in euro a otto anni (scadenza 15 settembre 2028) da 1 miliardo di euro. Gli ordini avevano superato quota 1,7 miliardi. Il rendimento è stato fissato al livello di 7 punti in più sul tasso midswap. Le banche che avevano curato questo collocamento sono state Commerzbank, Bbva, Natixis, Nord/Lb e Unicredit.

L’ultima emissione realizzata dal gruppo bancario risaliva a metà luglio, quando aveva emesso un bond a sette anni con benchmark denominato in euro senior non preferred, non callable per sei anni. Il rendimento era stato pari a 255 punti base in più sul tasso midswap (2,226%) con un importo finale di 1,25 miliardi, a fronte di ordini oltre 2,1 miliardi.

Va ricordato che Intesa Sanpaolo ha, invece, sfruttato la finestra di fine agosto per tornare sul mercato dei subordinati. Il 25 dello scorso mese infatti la banca guidata da Carlo Messina ha lanciato un bond perpetuo Additional Tier 1 in due tranche da 750 milioni di euro ciascuna. La prima tranche con rendimento 5,5% è callable a partire dal 1° marzo 2028, mentre la seconda (5,875%) dal 1° settembre 2031. La risposta degli investitori è stata consistente, visto che gli ordini totali hanno superato quota 6,5 miliardi, oltre quattro volte l’importo messo sul mercato.

Fonte : www.milanofinanza.it

Commenti