HomeEuropean Banking News

Nouy. Il piano Npl “ricade nei poteri della Bce”

Nouy. Il piano Npl “ricade nei poteri della Bce”

La presidente del Consiglio di vigilanza della Bce Daniele Nouy, in audizione al Parlamento europeo, ha detto che l'iniziativa della Bce sui credi

Lagarde: “Ora che c’è la crescita l’Italia deve tagliare il debito pubblico”
Weidmann: “Plausibile stretta della Bce nel 2019”
L’Eba lancia lo stress test su 48 banche europee

La presidente del Consiglio di vigilanza della Bce Daniele Nouy, in audizione al Parlamento europeo, ha detto che l’iniziativa della Bce sui crediti deteriorati, i cosiddetti Non performing loans (Npl), “ricade all’interno del mandato di supervisione e nei poteri della Bce”, aggiungendo che “All’Eurogruppo il nostro approccio ha avuto un generale sostegno”. Nouy ha anche detto che “la nostra interpretazione è stata confermata dalla Commissione europea” e che “è in linea con le conclusioni del Consiglio di giugno”. La presidente del Consiglio di vigilanza della Bce ha tuttavia sottolineato che “non abbiamo ancora preso una decisione” e che la Bce “terrà in considerazione con cura tutti i commenti ricevuti” prima di finalizzare la bozza di addendum. Ieri un parere giuridico dell’Europarlamento, infatti, aveva sancito che non spetta alla Bce adottare il piano sui crediti deteriorati poiché i suoi contenuti hanno valore normativo. Fuori dal testo del suo intervento iniziale Danièle Nouy ha affermato “Tutto si può cambiare se fossimo convinti di aver fatto qualcosa di non adeguato”.

Commenti