HomeEuropa e economia

Confcommercio. Regali di Natale: i più gettonati alimentari e giocattoli

Confcommercio. Regali di Natale: i più gettonati alimentari e giocattoli

Confcommercio: 1,3 mln di liberi professionisti in Italia
Confcommercio: “Pericolosa la debolezza dei consumi”
Confcommercio. Crescita ferma a marzo

Dall’indagine sugli acquisti per i regali del Natale 2017, realizzata da Confcommercio-Imprese per l’Italia in collaborazione con Format Research, risulta che saranno in prevalenza generi alimentari (73,5%), giocattoli (48,7%), capi di abbigliamento (47,1%) e libri (43,5%) le tipologie di regalo più gettonate per questo Natale; in aumento cellulari e smartphone, gioielli e bigiotteria e viaggi. La spesa media pro capite prevista per i regali è di 166 euro (164 nel 2016) ed è in leggero aumento la percentuale di chi ha messo in preventivo una cifra superiore rispetto a quella dello scorso anno. Ma il Natale 2017 sarà caratterizzato anche dall’aumento degli acquisti online. Infatti, anche se i regali saranno effettuati prevalentemente presso i punti vendita della grande distribuzione (75,7%) e i negozi tradizionali (56,7%), è sempre maggiore il ricorso da parte dei consumatori al commercio elettronico cui si rivolgerà quasi un consumatore su due (47,8%), contro il 28,3% di 5 anni fa e il 3,8% del 2009. A fare da volano agli acquisti natalizi sul web le nuove campagne scontistiche (eventi come il Black Friday ad esempio) che si stanno diffondendo sempre di più in Italia e che hanno permesso ai consumatori di usufruire di sconti in grande anticipo rispetto al Natale.

La prima metà di dicembre rimane il periodo più gettonato per fare i regali (il 55,8%), ma sono sempre più numerosi i consumatori che hanno anticipato gli acquisti nel periodo dal 16 al 30 novembre (dal 19,5% del 2016 al 20,3% del 2017).

Tornando alla spesa, la ricerca rileva che il 93,1% dei consumatori stanzierà un budget non superiore ai 300 euro per i regali di Natale (erano 93,3% nel 2016). Nel dettaglio sono lievemente aumentati nel 2017 coloro che dichiarano di essere intenzionati a spendere tra i 100 e i 300 euro, essendo il 63,2% (contro il 63% del 2016).

In leggero aumento anche la spesa media che nel 2017 è risultata pari a 166 euro contro i 164 euro del 2016. Il dato è confermato anche dal lieve aumento della percentuale dei consumatori che intendono spendere oltre i 300 euro per i regali del Natale 2017, 6,9% contro il 6,7% del 2016. In ogni caso, a prescindere dalla somma che si intende spendere per gli acquisti di Natale 2017, sale la percentuale dei consumatori che ha messo in preventivo per i regali una cifra superiore rispetto a quella dello scorso anno (4,8% nel 2017 e 4,5% nel 2016).

Commenti