HomeCommunication & Tecnologies

Facebook, ufficiale il cambio di nome in Meta. Zuckerberg: “Ora siamo un social, vogliamo diventare una società di metaverso”

Il nuovo nome cattura al meglio la realtà di Facebook, che include Instagram, Messenger, Quest VR, la piattaforma Horizon VR e altro. Il Ceo ha spiegato che la scelta del nome è legata al fatto che questo "deriva dal greco e significa dopo, al di là"

Facebook, ufficiale il cambio di nome in Meta. Zuckerberg: “Ora siamo un social, vogliamo diventare una società di metaverso”

Quelle che erano solo indiscezioni adesso sono diventate realtà. Il Ceo di Facebook Mark Zuckerberg ha ufficializzato il cambio di nome della popolare

Ecco come Facebook si rapporta con le fake news
Facebook nel mirino dell’Antitrust
L’Antitrust tedesco contro Facebook: “Raccoglie abusivamente i dati”

Quelle che erano solo indiscezioni adesso sono diventate realtà. Il Ceo di Facebook Mark Zuckerberg ha ufficializzato il cambio di nome della popolare piattaforma social che da oggi si chiamerà Meta. Un nome che, oltre a cercare di cancellare i problemi con le varie agenzie regolatrici e far dimenticare le polemiche sulle rivelazioni dei Facebook Papers, mostra la volontà dell’azienda di guardare al metaverso. Con lo stesso Zuckerberg che annuncia solo nel finale la rivoluzione: “C’è un’altra cosa di cui voglio parlare con voi oggi”, ha detto dopo aver parlato per oltre un’ora. E ha presentando Meta, “nome che deriva dal greco e che significa dopo, al di làIl nuovo nome cattura al meglio la realtà di Facebook, che include Instagram, Messenger, Quest VR, la piattaforma Horizon VR e altro: “Siamo visti come un social media ma nel nostro dna siamo una società che costruisce tecnologia per connettere le persone. Mi auguro che nel tempo saremo visti come una società di metaverso”, ha messo in evidenza Zuckerberg, prevedendo che proprio il metaverso raggiungerà un miliardo di persone nel prossimo decennio. Sarà un posto dove la gente potrà interagire, lavorare e creare prodotti e contenuti in un nuovo ecosistema che potrebbe creare milioni di posti di lavoro per i creatori.

Siamo all’inizio del prossimo capitolo di internet e del prossimo capitolo della nostra società”, ha aggiunto spiegando che “Facebook è uno dei prodotti più usati nella storia. È un marchio icona fra i social media ma sempre di più non include tutto quello che facciamo. Voglio ancorare il nostro lavoro e la nostra identità a quello che costruiamo andando avanti”.
Fonte: Il Fatto Quotidiano

 

Commenti