HomeCommunication & Hi-Tech

Che cos’è la tecnologia RFID e perché è indispensabile per l’industria 4.0

Che cos’è la tecnologia RFID e perché è indispensabile per l’industria 4.0

Fonte: Il Denaro.it La tecnologia RFID (Radio Frequency Identification) è una tecnologia di comunicazione wireless che utilizza le onde radio per i

Il progetto, Mind4Machines: contributi a fondo perduto per sviluppare l’ industria 4.0
Industria 4.0: cos’è, significato, effetti per le imprese
Padoan: “La crescita migliora. I numeri ci danno ragione”

Fonte: Il Denaro.it

La tecnologia RFID (Radio Frequency Identification) è una tecnologia di comunicazione wireless che utilizza le onde radio per identificare e tracciare automaticamente gli oggetti. È composta da tag, lettori e un sistema di back-end.

I tag sono piccoli dispositivi elettronici che contengono un identificatore unico e possono essere attaccati o incorporati negli oggetti, mentre i lettori sono dispositivi che emettono onde radio e ricevono i segnali dai tag.

Invece, il sistema back end è responsabile dell’elaborazione dei dati raccolti dai lettori e della fornitura di informazioni significative all’azienda. Questo insieme di meccanismi funzionano per far comunicare il prodotto con il gestionale, così come esemplifica l’agenzia di sviluppo Infinity-ID.

La tecnologia RFID e la sua relazione con l’industria 4.0
La tecnologia RFID è indispensabile per l’impresa 4.0 perché consente un aggiornamento immediato, l’automazione e l’ottimizzazione di vari processi aziendali. Grazie a questo sistema, le imprese possono tracciare e monitorare i beni, le scorte e i prodotti durante il loro intero ciclo di vita.

Si tratta di visibilità in tempo reale, la quale consente un migliore processo decisionale, una maggiore efficienza e una riduzione dei costi. Per esempio, in un contesto produttivo la tecnologia RFID viene utilizzata per tracciare in automatico il movimento delle materie prime e dei prodotti finiti, garantendo una gestione accurata delle scorte e riducendo gli sprechi.

D’altro canto, la stessa tecnologia consente l’automazione, poiché con l’utilizzo le aziende sequenziano attività ripetitive come il conteggio delle scorte, la tracciabilità dei prodotti e la gestione degli asset.

Tale automazione non solo fa risparmiare tempo, ma riduce anche gli errori umani e migliora l’efficienza operativa complessiva. Nel caso di un negozio al dettaglio, le etichette RFID vengono applicate a ogni articolo, consentendo un aggiornamento immediato dell’inventario e dei processi di cassa più rapidi.

Integrazione tra i vari processi produttivi
Rimanendo in tema di automazione, la tecnologia RFID svolge un ruolo cruciale nell’ottimizzazione della gestione della catena di approvvigionamento dell’impresa 4.0. Per quale motivo? Perché permette un’integrazione perfetta tra i diversi processi.

Vieppiù, consente di integrare e modulare alla perfezione le diverse fasi della catena di approvvigionamento, dalla produzione, alla distribuzione fino alla vendita al dettaglio.

Non a caso, fornendo dati in tempo reale sui livelli delle scorte, sullo stato delle spedizioni e sull’andamento della domanda, l’RFID ottimizza quella serie di operazioni della supply chain e, così facendo, risponde rapidamente alle mutevoli condizioni del mercato.

Tutto ciò si traduce in una maggiore soddisfazione dei clienti, a una riduzione delle scorte e a un aumento della redditività.

Un ulteriore sguardo alla sicurezza e alla tracciabilità
La tecnologia RFID si inserisce anche nei contesti di sicurezza e tracciabilità, grazie alla presenza di un identificatore unico all’interno del tag RFID, il quale viene utilizzato per autenticare prodotti o beni.

In questo modo, si previene la contraffazione e l’accesso non autorizzato. Inoltre, i dati raccolti dall’RFID si usano per creare un audit trail, consentendo la tracciabilità dei prodotti lungo tutto il loro percorso di produzione e di vendita.

Commenti