HomeCommunication & Hi-Tech

L’evoluzione del Marketing, tra Digitale e Neuromarketing

L’evoluzione del Marketing, tra Digitale e Neuromarketing

Fonte: Il Denaro.it Il mondo del marketing è sempre stato in costante evoluzione, ma negli ultimi anni ha subito cambiamenti epocali grazie alla rivo

Da anziani si dorme meno, circuiti cervello si deteriorano
L’editing genetico potrebbe combattere la predisposizione per l’alcolismo
Cina: una scimmia muove con il pensiero un braccio robotico

Fonte: Il Denaro.it

Il mondo del marketing è sempre stato in costante evoluzione, ma negli ultimi anni ha subito cambiamenti epocali grazie alla rivoluzione digitale e agli studi legati alle neuroscienze cognitive.

Da un’epoca in cui il marketing si basava principalmente su annunci stampati e spot televisivi e su un orientamento basato sul prodotto, siamo passati ad un mondo in cui la presenza online e l’interazione diretta con i clienti sono diventati fondamentali per il successo di qualsiasi azienda.

Chiunque lavori in questo settore sa molto bene quando sia difficile tenere il passo con i vari cambiamenti delle piattaforme, come per esempio quelle legate al mondo dell’advertising, e con le novità introdotte di giorno in giorno.

Diventa strategico per le aziende e per i professionisti potersi affidare ad un consulente e un formatore di web marketing che possa affiancare il proprio gruppo interno nelle specifiche attività.

Marketing tradizionale
Negli anni ’50 e ’60, il marketing era principalmente basato su annunci stampati, spot televisivi e pubblicità radiofonica. Questo approccio aveva un pubblico di massa e le aziende si affacciavano su questi canali per raggiungere il più ampio spettro di consumatori possibile.

L’obiettivo era spesso quello di creare consapevolezza del marchio e di persuadere i consumatori a comprare un prodotto o un servizio.

Marketing diretto
Negli anni ’70 e ’80, il marketing diretto ha iniziato a guadagnare terreno. Le aziende hanno iniziato a raccogliere dati sui consumatori e a inviare loro offerte personalizzate attraverso la posta diretta. Questo ha aperto la strada a una maggiore segmentazione del pubblico e a una comunicazione più mirata.

Rivoluzione digitale
Dalla fine degli anni ’90, l’ascesa di Internet ha rivoluzionato il marketing. Le aziende hanno iniziato a creare siti web e a utilizzare la posta elettronica per raggiungere i clienti.

Questo ha aperto la porta a nuove opportunità di marketing, come l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) e le prime campagne a pagamento nei motori di ricerca.

Marketing sui social media
Dagli anni 2000, i social media hanno trasformato il modo in cui le aziende interagiscono con i clienti. Le piattaforme come Facebook, Twitter e Instagram hanno permesso alle aziende di comunicare direttamente con i consumatori, creando un’opportunità unica per il coinvolgimento e la creazione di comunità di clienti fedeli.

Chiaramente questo ha comportato anche un cambio di paradigma, oggi gli utenti possono comunicare direttamente con le aziende e la comunicazione da univoca è diventata biunivoca.

Tra l’altro la rivoluzione digitale ha totalmente cambiato per sempre le nostre vite diventando anche uno dei motori globali dell’economia e questo risulterà ancora più evidente con la connessione web della banda ultra larga.

Marketing di contenuti
Negli anni 2010, il marketing di contenuti è diventato una parte essenziale della strategia di marketing di molte aziende.

La creazione e la condivisione di contenuti rilevanti e di valore hanno aiutato le aziende a stabilire l’autorità nel loro settore e a attirare un pubblico interessato ai loro prodotti o servizi.

Bill Gates ha teorizzato un concetto fondamentale: Content is the King. Cioè, il cuore del marketing è e rimarrà il contenuto. Su di esso dobbiamo poggiare tutta la nostra strategia.

Personalizzazione e automazione
Oggi, il marketing si basa sempre di più sulla personalizzazione e sull’automazione. Le aziende utilizzano dati e algoritmi avanzati per offrire esperienze personalizzate ai clienti. Gli strumenti di automazione consentono alle aziende di gestire campagne di marketing in modo più efficiente e di tracciare il comportamento dei consumatori in tempo reale.

Marketing influencer e marketing esperienziale
Negli ultimi anni, il marketing influencer e il marketing esperienziale sono diventati tendenze importanti. Le aziende si affidano a persone influenti nelle piattaforme social per promuovere i loro prodotti o servizi. Inoltre, il marketing esperienziale si concentra sull’offrire esperienze uniche ai clienti, sia online che offline.

Il Neuromarketing ricapitola il marketing
Il neuromarketing ha unito il marketing tradizionale (economia) con la neurologia (medicina) e psicologia (scienze comportamentali) e si prefigge lo scopo di descrivere ciò che accade nel cervello delle persone in risposta ad alcuni stimoli esterni con l’obiettivo di determinare le strategie che spingono all’acquisto.

Il famoso pubblicitario David Ogilvy già negli anni ’50 sosteneva: «Le persone non pensano ciò che sentono, non dicono ciò che pensano e non fanno ciò che dicono.»

Le tradizionali ricerche di mercato analizzano solo la parte razionale dei processi decisionali dei tuoi consumatori. Tuttavia, il 95% delle decisioni d’acquisto è preso irrazionalmente. Questo significa che ad oggi conosci solo il 5% del tuo potenziale cliente.

Il neuromarketing ci consente di comprendere i processi decisionali inconsci, che stanno dietro la Scelta e che sono responsabili della gran parte delle decisioni d’acquisto.

In pratica, le recenti scoperte delle neuroscienze cognitiva hanno rivoluzionato anni e anni di studio e analisi nel campo del marketing e della comunicazione.

Commenti