HomeBanche per L'impresa

Fincantieri, i risultati del primo semestre 2022

Fincantieri, i risultati del primo semestre 2022

Fincantieri ha comunicato i risultati finanziari del primo semestre del 2022. La società ha terminato il periodo in esame con ricavi per 3,51 miliardi

Oscar di Bilancio 2023, tra le big quotate vince Poste Italiane. Ma il campione della Generazione Z è Leonardo
Fincantieri, il caro materiali pesa sulla commessa Usa. Folgiero alla pulizia dei bilanci
Perché la contabilità analitica è importante per un’ azienda?

Fincantieri ha comunicato i risultati finanziari del primo semestre del 2022. La società ha terminato il periodo in esame con ricavi per 3,51 miliardi di euro, in aumento del 16% rispetto ai 3,03 miliardi ottenuti nei primi sei mesi dello scorso anno; il management ha precisato che, l’incremento è in linea con le previsioni di sviluppo dell’attuale portafoglio ordini. In forte calo, invece, il margine operativo lordo, passato da 219 milioni a 90 milioni di euro, influenzato negativamente dalla riduzione di marginalità del settore infrastrutture a causa dei maggiori costi emersi a conclusione di attività progettuali, acuiti dagli effetti cambio sfavorevoli e dai prezzi dei materiali di costruzione dei primi mesi del 2022; di conseguenza la marginalità è scesa dal 7,2% al 2,6%. Fincantieri ha terminato il primo semestre del 2022 con una perdita netta di 230 milioni di euro rispetto all’utile di 6 milioni contabilizzato nei primi sei mesi dello scorso esercizio.   A fine giugno 2022 l’indebitamento netto era salito a 3,3 miliardi di euro, dai 2,24 miliardi di inizio anno. L’incremento è da ricondursi alle dinamiche tipiche del capitale circolante relativo al business cruise, che prevede

cinque consegne nel secondo semestre dell’esercizio, e dagli investimenti di periodo. Gli investimenti effettuati nel corso del semestre sono stati pari a 108 milioni di euro, in calo del 32% rispetto al pari periodo 2021. Sempre a fine giugno il portafoglio ordini complessivo ammontava a 34,57 miliardi di euro, di cui 24,1 miliardi di backlog (27,6 miliardi al 30 giugno 2021) e 10,5 miliardi di soft backlog (9,4 miliardi al 30 giugno 2021) con uno sviluppo delle commesse in portafoglio previsto fino al 2029.
Il management di Fincantieri si attende di riuscire a garantire, nel corso dell’anno, il pieno regime produttivo che consentirà una crescita dei ricavi superiore a quelli del 2021, e si attende un miglioramento nel secondo semestre della marginalità del gruppo, sebbene a livelli ancora inferiori a quelli del 2021, e si attende un miglioramento nel secondo semestre della marginalità del gruppo, sebbene a livelli ancora inferiori a quelli 2021. La posizione finanziaria netta per il 2022 è prevista in lieve miglioramento, ma rimane condizionata dai fabbisogni finanziari a supporto del programma produttivo.

Fonte: Soldionline.it

 

 

Commenti