HomeAgriculture, Automotive, Texiles, Fashion & Other

Riduzione degli sprechi e comportamenti virtuosi. La campagna Acea sull’acqua

Riduzione degli sprechi e comportamenti virtuosi. La campagna Acea sull’acqua

L’amministratore delegato del gruppo, Fabrizio Palermo, lancia la campagna di sensibilizzazione contro gli sprechi nella giornata mondiale dell’acqua.

Energia, acqua e rifiuti: la crisi non ferma la corsa all’ innovazione delle utility 7,2 miliardi di investimenti
Il gel che cattura l’acqua anche nel deserto
The risk of climate change

L’amministratore delegato del gruppo, Fabrizio Palermo, lancia la campagna di sensibilizzazione contro gli sprechi nella giornata mondiale dell’acqua. “Il problema della ridotta disponibilità della risorsa idrica, che ha già fatto sentire i suoi effetti in Europa va affrontato strutturalmente a livello nazionale con soluzioni radicali di sistema”

Diffondere a livello nazionale una cultura di rispetto della risorsa idrica promuovendo comportamenti virtuosi per ridurre gli sprechi. Questo è lo scopo della campagna lanciata dal gruppo Acea, primo operatore idrico italiano in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua 2023. Ad annunciare l’avvio dell’iniziativa è stato l’amministratore delegato di Acea, Fabrizio Palermo, nel corso del convegno “Aquae: la Terra ha sete di azioni concrete”, organizzato dall’Università degli studi di Roma “Foro Italico” e che si è tenuto oggi alla Biblioteca Nazionale. L’appuntamento convegnistico si poneva come obiettivo l’avvio di un confronto tra istituzioni, aziende e ricercatori sui fenomeni legati al cambiamento climatico, sulla necessità di un nuovo approccio industriale e tecnologico nella gestione del servizio idrico in Italia.

Le parole di Palermo

“Il problema della ridotta disponibilità della risorsa idrica, che ha già fatto sentire i suoi effetti in Europa – ha dichiarato così Palermo – va affrontato strutturalmente a livello nazionale con soluzioni radicali di sistema. Il servizio idrico, infatti, è un processo industriale complesso che prevede elevati standard in termini di professionalità, tecnologie e capacità di investimenti. La frammentazione degli operatori, la vetustà delle reti, i livelli tariffari nazionali, tra i più bassi in Europa, che limitano gli investimenti, e gli iter di approvazione troppo lunghi, rappresentano le criticità principali da affrontare. In questo scenario, Acea è pronta a svolgere un ruolo rilevante, collaborando con le istituzioni e i settori produttivi per realizzare gli interventi necessari a rendere il sistema più efficiente, funzionale e sostenibile a servizio del Paese”.

Pnrr e interventi

Nel settore idrico sono stati approvati 24 progetti in risposta ai bandi del Pnrr, per circa 560 milioni di euro. Gli interventi riguarderanno le reti di adduzione e distribuzione, il recupero delle perdite e il trattamento dei fanghi di depurazione nel territorio di Roma e della sua area metropolitana, ma anche in Toscana, Umbria e Campania.

Sostenibilità ed efficienza

Il gruppo Acea, quotidianamente impegnato nell’azione di tutela della risorsa idrica, ha già adottato una strategia sostenibile ed efficiente per la gestione delle reti caratterizzata da un grande impegno nella riduzione delle perdite. A Roma, nel 2022, sono scese al 27%, rispetto alla media nazionale del 42%. Sul fronte delle infrastrutture è stato sbloccato il progetto del raddoppio dell’Acquedotto del Peschiera, uno dei più grandi d’Europa, che permetterà la messa in sicurezza dell’approvvigionamento idrico del Lazio centrale e della Capitale. Con un investimento di 1,2 miliardi di Euro, il progetto rappresenta l’opera più importante a livello nazionale nel settore idrico.

Fonte: Formiche.net

Commenti