HomeTecnofinanza

Mastercard diventa protagonista del Fintech in Africa grazie a MTN

Mastercard intende cavalcare il boom del Fintech in Africa, un mercato che cresce del 20% l’anno. Ecco tutti i dettagli dell’accordo con il colosso delle telecomunicazioni MTN.

Mastercard diventa protagonista del Fintech in Africa grazie a MTN

Fonte: Money.it Mastercard si proietta nell’arena del fintech africano attraverso un imponente investimento da 5,2 miliardi di dollari nella divisi

Banche: FABI, siglato accordo su fondo previdenza UBI in Intesa Sanpaolo
Linkem e Sirti rafforzano la liason: sistemi di system integration per pmi
Camp David: Stati Uniti, Giappone e Sud Corea raggiungono un accordo storico ma fragile

Fonte: Money.it

Mastercard si proietta nell’arena del fintech africano attraverso un imponente investimento da 5,2 miliardi di dollari nella divisione fintech di MTN Group, il colosso delle telecomunicazioni che detiene una posizione di rilievo nel continente africano.

Il panorama finanziario africano sta attraversando una profonda trasformazione e Mastercard intende giocare un ruolo di riliveo in questa evoluzione. Le proiezioni indicano un tasso di crescita annuale del 20%, il che potrebbe portare il settore a generare un giro d’affari di ben 40 miliardi di dollari entro il 2025.

L’accordo tra Mastercard e MTN

L’accordo che segna l’ingresso di Mastercard nell’ambito fintech africano è strutturato in modo innovativo. Il CEO di MTN Group, Ralph Mupita, ha rivelato che l’accordo sarà sviluppato come una partnership commerciale focalizzata su pagamenti e rimesse.

Questa partnership utilizzerà l’infrastruttura tecnica avanzata di Mastercard per espandere le operazioni in tutta l’Africa.

Contestualmente, Mastercard acquisirà una quota di minoranza nella divisione fintech di MTN. Mupita ha affermato che i dettagli esatti della dimensione di questa quota verranno comunicati in seguito al completamento dell’operazione.

La partnership tra i due colossi rappresenta la naturale evoluzione di una strategia già delineata da MTN Group. Un anno fa, l’azienda aveva dichiarato di essere alla ricerca di investitori di minoranza per la sua divisione fintech africana. L’obiettivo di questa mossa era massimizzare il potenziale di una divisione in crescita, staccandola dall’attività principale di telecomunicazioni.

MTN Group ha dimostrato la sua potenza nel settore finanziario attraverso l’ottenimento di una licenza di mobile banking in Nigeria, il suo più grande mercato. Questa licenza ha aperto la strada a servizi finanziari destinati a milioni di nuovi clienti, spingendo le transazioni dell’attività di mobile money di MTN a crescere del 37% nella prima metà del 2023, raggiungendo un totale di 8,3 miliardi di dollari. Il Gruppo MTN ora vanta oltre 60 milioni di utenti attivi e supera i 290 milioni di abbonati a fine giugno 2023.

La mossa strategica di Mastercard

Questa partnership non è l’unica azione di Mastercard nell’ambito del fintech africano. Nel 2021, l’azienda aveva siglato un accordo con Airtel Africa, uno dei concorrenti diretti di MTN. L’accordo aveva comportato un investimento di 100 milioni di dollari nell’attività di denaro mobile di Airtel, valutata 2,65 miliardi di dollari. Secondo gli analisti, l’investimento pianificato da Mastercard nella divisione di mobile money di MTN, valutata 5,2 miliardi di dollari, si traduce in un EBITDA finale che supera di gran lunga quello dell’accordo con Airtel Africa.

MTN ha comunicato che l’unità dedicata al settore fintech, agendo in maniera autonoma, potrebbe conseguire utili prima di interessi, tasse, ammortamenti e deprezzamenti (EBITDA) superiori al 30% delle entrate.

Se prendiamo in considerazione questa prospettiva di redditività e analizziamo i dati relativi alle performance dell’unità nel corso del 2022, emerge chiaramente che l’investimento effettuato da Mastercard si colloca a una valutazione approssimativa di 16 volte l’EBITDA finale.

Prospettive per il Fintech in Africa

Questo accordo apre nuove prospettive per l’innovazione finanziaria nel continente, gettando le basi per un futuro di crescita sostenibile ed efficiente nel settore. Con il costante aumento dell’adozione delle tecnologie digitali e dei servizi finanziari innovativi, l’Africa sta emergendo come un motore di innovazione nel panorama finanziario globale.

L’ascesa delle aziende di telecomunicazioni nel settore fintech è già evidente con aziende come Safaricom che, tramite il suo servizio M-Pesa, è protagonista consolidato nel mercato keniota dei pagamenti mobili. Operatori come Safaricom e Vodacom stanno seguendo l’esempio di MTN, cercando di separare le loro divisioni fintech dalle attività tradizionali per capitalizzare la transizione verso servizi finanziari digitali. L’evoluzione delle abitudini dei consumatori, che preferiscono sempre più soluzioni digitali, sta guidando questa tendenza, spingendo i provider di telecomunicazioni a competere nel settore fintech africano con aziende consolidate come Interswitch, Flutterwave, Chipper Cash e MFS Africa.

Commenti