HomePortualità e Marittimo

Fincantieri e la vendita di armi alla Colombia: tolte le deleghe a Giordo

Fincantieri e la vendita di armi alla Colombia: tolte le deleghe a Giordo

Colombia: vuole liberarsi dai regimi sostenuti da Washington
Maduro: spionaggio (made in Russia)
COP26: La nueva firma de Colombia por la protección de los oceános

Giuseppe Giordo, direttore generale di Fincantieri Navi Militari è stato sollevato dal suo ruolo assunto direttamente dall’amministratore delegato Giuseppe Bono. Secondo quanto appreso dall’agenzia Adnkronos, nella decisione avrebbe pesato la vicenda legata alla vendita di navi e aerei alla Colombia che vede coinvolto anche l’ex premier Massimo D’Alema. I manager del gruppo avrebbero quindi deciso di optare per la linea dura nei confronti di Giordo che era anche in corsa per la carica di amministratore delegato. Da qui la decisione di togliergli le deleghe operative.

A questo punto, sempre secondo la ricostruzione dell’Adnkronos, Giordo sarebbe fuori dalla corsa per una possibile nomina alla carica di amministratore delegato del gruppo navalmeccanico. A questo punto prenderebbe, quindi, ancora di più quota una delle opzioni che in queste settimane è circolata con sempre maggiore insistenza e che è quella di una presidenza operativa affidata a Giuseppe Bono, al timone come ad da 20 anni. Fra i rumors gira anche quella di una promozione dell’attuale direttore generale Fabio Gallia ad amministratore delegato. Non si esclude nemmeno una possibile conferma del tandem Giuseppe Bono e Giampiero Massolo. Per quest’ultimo si parla di un incarico alla presidenza di Atlantia. La partita delle nomine che interessa grandi gruppi come Fincantieri ma anche Snam e Italgas è arrivata a una stretta decisiva: il dossier è al lavoro il comitato nomine di Cdp per la definizione delle liste e giovedì 31 marzo dovrebbe passare al vaglio del cda dell’istituto di Via Goito, convocato per l’approvazione del bilancio 2021.

Fonte: Corriere della Sera

Commenti