HomeMercato finanziario

Borse europee: piccoli passi in avanti in avvio giornata

Borse europee: piccoli passi in avanti in avvio giornata

Le minute delle banche centrali rallentano l’andamento dei listini
Marzotto Sim: l’occasione dei bond Intesa Sanpaolo che rendono oltre l’8%
Golden power: Draghi difende i chip italiani

413771

Avvio positivo per le borse del Vecchio Continente. Gli acquisti diffusi interessano anche Piazza Affari, che si muove sulla stessa onda rialzista degli altri listini di Eurolandia.
Le borse europee seguono la scia lasciata da Wall Street che ieri ha chiuso positiva.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA che scambia sui valori della vigilia a 1,122. Rimane ai nastri di partenza anche l’oro, che scambia a 1.328,5 dollari l’oncia. Giornata da dimenticare per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 45,5 dollari per barile, con un ribasso dell’1,71%.

Avanza di poco lo spread, che si porta a 124 punti base, evidenziando un aumento di 1 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari all’1,27%.

Tra gli indici di Eurolandia, piccoli passi in avanti per Francoforte, che segna un incremento marginale dello 0,26%, trascurata Londra, che resta incollata sui livelli della vigilia, e giornata moderatamente positiva per Parigi, che sale di un frazionale +0,29%.

Lieve aumento per la Borsa Milanese, con il FTSE MIB che sale dello 0,30%. Sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share procede a piccoli passi, avanzando dello 0,39%.

Occhi puntati su Banco Popolare e Banca Popolare di Milano in vista della fusione.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, decolla Luxottica, con un importante progresso del 2,78%.

Buona performance per Moncler, che cresce dell’1,44%.

Sostenuta Exor, con un discreto guadagno dell’1,22%.

Buoni spunti su Salvatore Ferragamo, che mostra un ampio vantaggio dell’1,20%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Buzzi Unicem -1,46%.

Pensosa Saipem, con un calo frazionale dello 0,76%.

Tentenna Unicredit, con un modesto ribasso dello 0,44%.

fonte quifinanza.it

Commenti