HomeItalian Enterprises

Leonardo con MIMOSA svilupperà strutture innovative per i velivoli del futuro

Con la sua partecipazione a MIMOSA (Multimaterial airframes based on 3D joints between AM metals and carbon-fiber composites), Leonardo conferma il suo impegno verso l'innovazione e la riduzione dell'impronta di carbonio. Il progetto, finanziato dall'Unione Europea nell’ambito del programma "Horizon Europe", porterà nei prossimi tre anni all'industrializzazione di una tipologia innovativa di struttura aeronautica per velivoli di nuova generazione.

Leonardo con MIMOSA svilupperà strutture innovative per i velivoli del futuro

Fonte: Leonardo.it Il progetto MIMOSA ha l’obiettivo di preparare il terreno alle prossime generazioni di velivoli, che seguiranno necessariamente

Acquacoltura: esempi positivi e progetti futuri per una pesca più sostenibile
Digitale: è uno strumento di inclusione e crescita per le PMI
Insurtech: come cambierà con l’ intelligenza artificiale

Fonte: Leonardo.it

Il progetto MIMOSA ha l’obiettivo di preparare il terreno alle prossime generazioni di velivoli, che seguiranno necessariamente criteri di produzione a ridotto impatto ambientale e con minor fabbisogno di materie prime. La riduzione dell’inquinamento e dell’impiego di sostanze nocive sarà un preciso target di progetto, non solo per quanto riguarda il volo, ma anche per tutta la filiera produttiva del velivolo e per il suo smantellamento a fine servizio.

MIMOSA segnerà un passo in avanti determinante nell’applicazione della circolarità dei materiali e della produzione, poiché integrerà il riciclo e riuso dei materiali già a partire dalla fase di ideazione del prodotto e del business. Il progetto prevede un nuovo concept design per la rigenerazione dei materiali al termine della vita operativa dell’aereo, una riduzione del peso (-51%), dei tempi di consegna (-65%) e dell’impatto ambientale totale del processo.

L’obiettivo è quello di creare strutture articolate multi-materiale utilizzando concetti innovativi e sfruttando processi digitali e ibridi per generare risultati tecnologici e finanziari superiori rispetto alle strutture tradizionali.

Centrale, per il progetto, l’incorporazione del riciclo dei materiali fin dalla fase di ideazione del prodotto, aprendo la strada alla circolarità dei materiali e della produzione. Questi obiettivi saranno raggiunti utilizzando una tecnologia innovativa e una tecnica competitiva per giunzioni multi-materiale che saranno effettuate tra la lega AlSi10Mg per la produzione additiva (AM) e i compositi (CFRP, polimeri rinforzati con fibre di carbonio).

Come avviene per ogni progetto di lungo periodo, le ricadute industriali saranno prevedibilmente di ampia portata anche per settori molto diversi da quello aeronautico e saranno proposte molte iniziative di disseminazione verso le realtà produttive dei territori.

L’azienda contribuirà anche al quadro normativo tecnico e qualitativo del settore aerospaziale, definendo linee di produzione industriale che soddisfino i requisiti di sicurezza e omologazione presenti e futuri. Lo sviluppo del progetto avverrà attraverso una collaborazione tra l’area di business Aerostrutture dell’azienda e i ricercatori impegnati nella rete dei Leonardo Labs.

Commenti