HomeCommunication & Tecnologies

Il primo grattacielo a emissioni zero ad uso misto dei Paesi Bassi è firmato Heatherwick e Barcode

Oopen sarà il primo grattacielo ad uso misto a raggiungere il traguardo Net Zero trasformandosi inoltre in un hub culturale per promuovere uno stile di vita urbano sano.

Il primo grattacielo a emissioni zero ad uso misto dei Paesi Bassi è firmato Heatherwick e Barcode

Oopen sarà il primo grattacielo ad uso misto a raggiungere il traguardo Net Zero trasformandosi inoltre in un hub culturale per promuovere uno stile d

Fincantieri inizia la costruzione della prima FREMM per l’US Navy
Opere pubbliche, MIMS: inviato al Parlamento l’elenco di 15 nuove opere da commissariare, per un investimento pari a 3,1 miliardi di euro
Porti e demanio marittimo, investimenti per 41 milioni di euro

Oopen sarà il primo grattacielo ad uso misto a raggiungere il traguardo Net Zero trasformandosi inoltre in un hub culturale per promuovere uno stile di vita urbano sano.

La costruzione dovrebbe iniziare nel 2025 e l’edificio sarà consegnato nel 2028

(Rinnovabili.it) – Il suo soprannome è Oopen, di nome e di fatto perchè il primo grattacielo a emissioni zero ad uso misto dei Paesi Bassi sarà anche il centro della vita sociale della città.

Ci troviamo ad Utrecht nella piazza centrale Jaarbeursplein dove i professionisti di Heatherwick Studio e BARCODE Architects in collaborazione con Edge, leader nello sviluppo immobiliare sostenibile, si sono aggiudicati la vittoria del concorso per la progettazione del nuovo centro culturale della città. L’obiettivo del progetto, parallelo alle intenzioni dell’Amministrazione di Utrecht, è quello di incentivare uno stile di vita sano, fondendo lavoro, relax e cultura, in una sola architettura.

Il risultato è un grattacielo a emissioni zero di forma cilindrica che si assottiglia verso l’alto lasciando spazio a numerose terrazze verdi, per minimizzare il confine tra interno ed esterno.

Composto da una collezione colorata di diversi cilindri, Oopen si discosta dal design “spigoloso” degli edifici che compongono il quartiere, trasformando completamente l’accesso all’edificio.

La forma arrotondata infatti facilita l’ingresso da tutti i lati, migliorando anche la flessibilità degli ambienti interni indirizzati a favore di una maggiore socialità pubblica. Una volta ultimato l’edificio lascerà spazio agli eventi sportivi e culturali, uffici di start-up a caffè pop-up e un ristorante sul tetto con vista sullo skyline di Utrecht.

Energia creativa al servizio di una vita sana

Questo edificio su Jaarbeursplein è il risultato di una straordinaria collaborazione con il lungimirante comune di Utrecht. Il gruppo dirigente ci ha sfidato a creare un luogo speciale che rifletta l’urgente necessità di città più sane che riuniscano di nuovo le persone. Il risultato non è solo un progetto per un altro edificio per uffici, ma un’emozionante opportunità per attivare la piazza e creare un sorprendente, nuovo luogo pubblico per questa città storica”, ha sottolineato Thomas Heatherwick, fondatore e direttore del design di Heatherwick Studio.

Ricalcando perfettamente le intenzioni del Comune di Utrecht, il grattacielo a emissioni zero del team promuove una vita urbana sana e creativa. Un’area sportiva al coperto con tanto di skate park si fonde con la piazza pubblica antistante, mentre una grande sala aperta ospiterà eventi culturali e mostre. Una discoteca si trasforma in una scuola di ballo diurna e in uno spazio di pratica per aspiranti DJ. Anche la mobilità sostenibile troverà posto nella torre Net Zero, grazie ad un deposito per biciclette e un centro di mobilità che occuperanno un intero piano, fornendo un nesso naturale per chiunque passi attraverso la vicina stazione ferroviaria più trafficata dei Paesi Bassi.

Leggi anche I grattacieli post pandemia: Heatherwick riprogetta le 2 torri di Vancouver

In Oopen, le persone sono al centro. È vibrante e mira a riunire persone di culture, generazioni e comunità diverse per riflettere la vera diversità di Utrecht. Il design è come un sistema di parti e programmi diversi, ingranaggi che lavorano intrinsecamente insieme, il cui esito è imprevedibile ma sempre più della somma delle sue parti”, commenta Caro van de VenneBarcode Architects.

Il Centro civico nel grattacielo a emissioni zero

Il progetto mira a raggiungere lo status di Net Zero Carbon per diventare il primo grattacielo ad emissioni zero ad uso misto nei Paesi Bassi.

Il verde pensile è protagonista del progetto grazie alle numerose terrazze paesaggistiche che permetteranno alla biodiversità di proliferare fornendo al contempo uno spazio accessibile all’esterno per gli occupanti della torre. La struttura adattativa in legno e acciaio consentirà flessibilità a lungo termine, fornendo opzioni per riconfigurare gli spazi interni.

Siamo orgogliosi di lavorare a questo accattivante progetto mix-usato per offrire una nuova destinazione culturale nei Paesi Bassi. L’unione delle nostre competenze e conoscenze locali con i nostri partner, Heatherwick Studio e BARCODE Architects, posizionerà Utrecht come un centro di design e innovazione per fornire un’atmosfera vibrante. Il risultato della nostra collaborazione sarà un edificio che favorisce ambienti di lavoro sani. In linea con la visione di Utrecht di una sana vita urbana, l’edificio contribuirà alla crescita della regione”, commenta Coen van Oostrom, fondatore e CEO di Edge.

La costruzione dovrebbe iniziare nel 2025 e l’edificio sarà consegnato nel 2028.

Commenti