HomeCommunication & Hi-Tech

NEMESI: integrazione tra tecnologia e fattore umano

Automazione dei processi, riduzione delle inefficienze e introduzione di strumenti innovativi a supporto degli operatori: Vincenzo Prata, Head of Manufacturing Engineering per Leonardo Aerostructures, presenta gli elementi cardine del progetto NEMESI, che renderà lo stabilimento di Pomigliano d’Arco (NA) un impianto di eccellenza per le linee di assemblaggio di fusoliera.

NEMESI: integrazione tra tecnologia e fattore umano

Fonte: Leonardo.com https://youtu.be/exmg4ILOajw Il percorso verso la fabbrica del futuro passa per Pomigliano d’Arco: con il progetto NEMESI (N

Decisioni prese dall’intelligenza artificiale, cosa rischiamo? Le sfide sul tavolo UE
Perché camminare nei boschi riduce l’ansia: lo spiega un nuovo studio italiano
La transizione ambientale passa anche attraverso la transizione digitale della PA

Fonte: Leonardo.com

Il percorso verso la fabbrica del futuro passa per Pomigliano d’Arco: con il progetto NEMESI (New Engineering & Manufacturing Enhanced System Innovation), infatti, lo storico sito produttivo campano dedicato alle aerostrutture sarà trasformato in una smart factoryVincenzo PrataHead of Manufacturing Engineering per Leonardo Aerostructures, pone l’accento sul cuore dell’iniziativa: “Stiamo lavorando per reingegnerizzare l’intero processo sulla base dei principi di Industria 4.0, con lavorazioni automatiche e semiautomatiche”.

Quali saranno i benefici concreti? Riduzione delle inefficienze, dei costi, dei tempi di produzione e, di conseguenza, miglioramento della qualità del prodotto. Traguardi resi possibili dalla sinergia tra competenze tecniche, automazione dei processi di produzione e applicazione di tecnologie disruptive.

“Una parte fondamentale di NEMESI è rappresentata dall’integrazione tra la componente tecnologica e il fattore umano. Gli operatori avranno la possibilità di accedere in tempo reale a dati e informazioni attraverso una web app creata ad hoc, oltre che di usufruire di un assistente virtuale tramite device come smart phonetablet e totem”.

Commenti