HomeInternational Banking News

UBS vende asset non strategici di Credit Suisse ad Apollo per 8 miliardi di dollari

UBS vende asset non strategici di Credit Suisse ad Apollo per 8 miliardi di dollari

UBS  prevede  di  realizzare  un  guadagno  netto  di  circa  300  milioni  di  dollari  dall’accordo  nel primo trimestre  del  2024.

Casini. Una relazione unica con proposte sulla vigilanza
Bper: sigla accordo con Ibm per la digitalizzazione
Basilea III: il credito, le banche, le imprese – Marcellino Conteri

UBS  prevede  di  realizzare  un  guadagno  netto  di  circa  300  milioni  di  dollari  dall’accordo  nel primo trimestre  del  2024.

UBS vende ad Apollo Global Management asset del Credit Suisse per 8 miliardi di dollari, il tutto nell’ambito degli sforzi volti a liberarsi di asset non strategici dopo l’acquisizione del gruppo in difficoltà.

In particolare Apollo acquisterà “strutture di finanziamento garantite senior“, ha detto oggi il colosso bancario svizzero, aggiungendo che prevede di realizzare un guadagno netto di circa 300 milioni di dollari dall’accordo nel primo trimestre del 2024.

L’amministratore delegato di UBS, Sergio Ermotti, ha affermato che l’accordo libererà capitale da attività non core e ridurrà i costi e la complessità della sua attività.

Il Credit Suisse ha dovuto essere salvato nel marzo dello scorso anno con un’operazione sponsorizzata dal governo e completata a giugno. L’acquisizione è avvenuta per un valore di $3,2 miliardi.

Quest’anno le azioni UBS sono aumentate di circa l’8%.

Commenti