HomeEuropa e economia

Prosegue il crollo del Bitcoin. Giù anche Ripple, Ether e Litecoin

Prosegue il crollo del Bitcoin. Giù anche Ripple, Ether e Litecoin

Croazia: adotta l’ euro
Addendum Npl entro marzo. Nouy: “Le banche si tengano pronte”
Le prospettive economiche per il 2022 nell’ Area Euro

Il Bitcoin, la principale moneta digitale, scende sotto la soglia dei 6.000 dollari a 5.920 dollari sulla piattaforma lussemburghese Bitstamp, segnando una perdita del 13% ed aggiornando i minimi da novembre. Giù anche le altre valute digitali Ripple, Ether e Litecoin che lasciano sul terreno almeno l’11%. A dare un ulteriore colpo alle criptovalute sono indiscrezioni di stampa secondo cui i vertici della Sec, l’organo di vigilanza delle Borsa Usa, e della Commodity Futures Trading Commission chiederanno al Congresso americano di prendere in considerazione l’ipotesi di un controllo a livello federale delle piattaforme per gli scambi di criptovalute. Oggi, secondo quanto riferisce Bloomberg, i presidenti della Sec e della Commodity Futures Trading Commission saranno in audizione alla Commissione banche del Senato Usa per discutere di criptovalute.

Il segretario al Tesoro americano Steve Mnuchin, in un’audizione in Congresso, ha affermato che  il Tesoro americano è preoccupato dal fatto che le criptovalute siano usate da molti come un investimento: è necessario assicurarsi che le valute digitali come il Bitcoin non siano usate per spostare denaro per frodi e riciclaggio.

Il direttore generale della Banca dei Regolamenti Internazionali Agustin Carstens, in un convegno a Francoforte a cui ha partecipato anche il presidente della Bundesbank ed esponente della Bce Jens Weidmann, ha detto che “Il Bitcoin è la combinazione di una bolla, uno schema Ponzi ed un disastro ambientale”, sollecitando quindi le banche centrali ad “intervenire” per arginarne i “rischi” ed “evitare che diventi una minaccia per la stabilità finanziaria”.

Il presidente dell’americana Commodity e Futures Trading Commission Christopher Giancarlo ha affermato che il mercato delle criptovalute è limitato, così come sono limitati per ora i rischi sistemici che può creare, sottolineando che diverse aziende legate alle criptovalute sono una frode e aggiungendo:  ”Abbiamo bisogno di più risorse” per monitorare.

Commenti