HomeAgriculture, Automotive, Texiles, Fashion & Other

De”Ama nesciri et pro nihilo reputari”.

De”Ama nesciri et pro nihilo reputari”.

Straordinario articolo oggi sulla pagina culturale del Sole 24 Ore. Monsignor Gianfranco Ravasi ci offre alcuni versi della poetessa americana Emily D

“Non è una buona notizia “
“Se Atene piange Sparta non ride”
“PAX ET BONUM”

Straordinario articolo oggi sulla pagina culturale del Sole 24 Ore. Monsignor Gianfranco Ravasi ci offre alcuni versi della poetessa americana Emily Dickinson:” Io sono Nessuno. Tu chi sei? Sei Nessuno a che Tu? Allora siamo in due! Non dirlo. Potrebbero spargere la voce!. Che gran peso essere Qualcuno! Così volgare come una rana che gracida il tuo nome, tutto giugno, a un pantano in estasi di lei!”. Il lettore ammirerà la raffinata poesia di Emily che ci pone di fronte alla inutilità dell’apparire privo di contenuti, quotidiano spettacolo del nulla. Giornali, televisioni, social, sono adorni di apparizioni di “cercatori di notorietà “. Conferenze e convegni sono I nuovi mestieri. La “parola” diviene vuoto contenitore privo di Valori ed Idee. L’ apparire di stolti che “uccidono” su auto di lusso, narcisisti di un sapere vacuo, imbonitori di politiche scialbe che piangono 100 bambini morti in mare, Farisei novelli “sepolcri imbiancati” della finanza internazionale rei di fallimenti ma pronti ad elargire soluzioni impossibili sono realtà. Ma il mito ci sovviene. Solo Odisseo, il personaggio che creò l’ ossimoro di “inganno-verita’” potrà portare oltre le Colonne di Ercole chi cerca la Verità perché in fondo solo Nessuno la cerca. #cultura.

A cura di Savino di Scanno

Commenti