HomeTecnofinanza

Tecnoinvestimenti cresce a due cifre

Tecnoinvestimenti cresce a due cifre

Trump’s Orders on Coronavirus Relief Create Confusion
“Bitcoin finirà male: minacce da regolamentazione e impatto ambientale”
Rimborsi cashback entro il 31 agosto: tutte le informazioni

tecnoinvestimenti-271020+14% i ricavi, +20,3% l’ebitda, +43,4% l’utile nel primo semestre. L’indebitamento finanziario netto è salito a 59,5 mln di euro dopo l’acquisizione di Co.Mark. Salza: i dati proiettano il gruppo verso nuove sfide e pongono la base per un ulteriore sviluppo.

Forte crescita dei risultati diTecnoinvestimenti . Nel primo semestre i ricavi della società che opera nei servizi di sicurezza digitale, di informazione e gestione del credito e di marketing internazionale, sono aumentati del 14% rispetto a giugno 2015 a 70,3 milioni di euro con la business unit Digital Trust che ha registrato una crescita del fatturato del 10%, realizzata esclusivamente per via organica. Mentre i ricavi del settore Credit Information & Management sono passati dai 38,7 milioni di euro del primo semestre 2015 a 40 milioni di euro (+3,4%) e quelli della business unit Sales & Marketing Solution, costituita con l’acquisizione di Co.Mark avvenuta a fine marzo, a 5 milioni.

Crescita a doppia cifra anche per l’ebitda, +20,3% a 13,2 milioni, con un’incidenza sui ricavi pari a quasi il 19%, guadagnando un punto percentuale sullo stesso semestre 2015. Il gruppo ha sostenuto costi per operazioni non ricorrenti (costi di quotazione e di acquisizioni nuove società) pari a 0,9 milioni; al netto di tali costi, l’ebitda pro-forma ammonterebbe a 14,1 milioni, con una crescita del 28,6% rispetto al semestre precedente.

Più nel dettaglio, l’ebitda della sola area Credit Information è cresciuto a 8,1 milioni di euro (7,6 milioni di euro il corrispondente periodo del 2015, +5,9%) con un’incidenza dell’ebitda sul valore della produzione, passato dal 19,8% del primo semestre 2015 al 20,2% del primo semestre di quest’anno.

Il risultato operativo del gruppo si è attestato a 8,7 milioni (+27,9%) e l’utile netto a 5,3 milioni (+43,4%). Mentre il patrimonio netto è aumentato di 27 milioni a 104,2 milioni per l’apporto dell’utile del primo semestre pari a 5,3 milioni e per il versamento in data 27 giugno di 28,4 milioni in conto futuro aumento di capitale da parte della controllante Tecno Holding per consentire l’acquisizione del gruppo Visura poi consolidato nel mese di luglio. Da rilevare anche il pagamento di dividendi per 3,8 milioni e l’adeguamento del valore delle opzioni put&call per 4 milioni di euro.

Infine, l’indebitamento finanziario netto è salito dai 47,1 milioni di euro di fine 2015 a 59,5 milioni dopo l’acquisizione di Co.Mark. e la riclassificazione delle passività per l’acquisto delle quote di minoranza legate alle opzioni put concesse ai soci di minoranza. “Festeggiamo il traguardo della quotazione al mercato Mta, segmento Star, con i dati approvati oggi che proiettano il gruppo Tecnoinvestimenti  verso nuove sfide e pongono la base per un ulteriore sviluppo”, ha commentato il presidente, Enrico Salza.

Per l’ad, Pier Andrea Chevallard, “il primo semestre 2016 conferma la validità del nostro disegno strategico che affianca alla crescita organica di ciascuna linea di business, seppur con intensità differente, lo sviluppo per linee esterne attraverso l’acquisizione di società complementari e sinergiche in termini di offerta e con un posizionamento distintivo su mercati strategici”.

Nel corso della seconda metà dell’esercizio, la società proseguirà le proprie attività operative in continuità con la prima metà dell’anno, ma potendo contare sugli apporti derivanti dalle nuove operazioni straordinarie realizzate e dal realizzarsi degli effetti positivi derivanti dalle attività di sviluppo commerciale e di razionalizzazione operativa realizzate internamente alle business unit del gruppo. Dopo i buoni conti al segmento Star il titolo Tecnoinvestimenti  sale dello 0,15% a quota 4,08 euro.

milanofinanza.it

Commenti