HomeEuropa e economia

Borse Ue in rialzo in vista di una Bce attendista

Mentre è improbabile che la Bce annunci dei cambiamenti nella propria politica, verrà esaminata la sua comunicazione in merito a possibili mosse nel meeting di giugno. La Commissione Ue sarebbe pronta a lanciare un'azione legale contro AstraZeneca. Lo spread Btp/Bund non risente delle tensioni in Consiglio dei ministri

Borse Ue in rialzo in vista di una Bce attendista

L’Antitrust tedesco contro Facebook: “Raccoglie abusivamente i dati”
Mediobanca, Del Vecchio vota per Assogestioni
Fisco: 50mila domande di adesione alla rottamazione bis

Borse europee in rialzo in avvio di seduta (+0,41% il Dax, +0,28% il Cac40, +0,09% il Ftse100 e +0,27% a 24.226 punti il Ftse Mib) con i future di Wall Street poco mossi (-0,06% il Dow Jones e -0,06% l’S&P500) in attesa dell’esito della riunione odierna della Banca centrale europea. Non sono attese novità, ma gli economisti monitoreranno alle 14:30 le dichiarazioni in conferenza stampa da parte della presidente, Christine Lagarde, su eventuali segnali di future mosse che potrebbero concretizzarsi nel meeting di giugno, soprattutto riguardo al ritmo degli acquisti del programma anti-pandemico Pepp a partire dal terzo trimestre.

“Mentre è improbabile che la Bce annunci dei cambiamenti nella propria politica, verrà esaminata la sua comunicazione. In particolare, saranno monitorate le questioni relative al concetto di “condizioni di finanziamento favorevoli”, che sono rimaste sostanzialmente stabili dalla riunione di marzo”, ha sottolineato Gero Jung, Chief Economist di Mirabaud Asset Management. In effetti, i tassi a breve termine e le curve dei rendimenti dei titoli sovrani sono sostanzialmente invariati rispetto a sei settimane fa, ma sono leggermente più alti per i bond decennali (quello del Btp decennale stamani scende allo 0,739% e del Treasury a 10 anni all’1,5468%).

A questo proposito, il “significativo” aumento degli acquisti promesso, attraverso il programma Pepp, sembra poco ambizioso, con un aumento di circa 3 miliardi di euro a 17 miliardi di euro di acquisti settimanali di asset registrati da marzo. Per il resto, non saranno pubblicate previsioni economiche, in quanto dovrebbero essere rilasciate nel prossimo meeting di giugno. “Per quanto riguarda gli ultimi dati sull’attività, la produzione industriale è sulla buona strada per guadagnare il 4% nel primo trimestre nell’area euro, grazie anche ai dati irlandesi molto volatili (+50%). Attualmente, l’attività in Germania e Francia è del 5-6% al di sotto dei livelli precrisi e tra il -1-2% in Italia e Spagna”, ha precisato Gero Jung.

Alcuni economisti prospettano un possibile tapering alla luce delle future riaperture e dei progressi vaccinali e dopo la decisione della Corte costituzionale tedesca di respingere il ricorso contro il Recovery Fund della Ue, aprendo la strada alla sua ratifica. Mentre la Commissione europea si prepara a lanciare un’azione legale contro il gruppo farmaceutico AstraZeneca, secondo quanto riportato ieri sera da Politico, citando cinque diplomatici Ue anonimi. Durante un meeting di ambasciatori ieri, la maggioranza degli Stati membri Ue ha detto di appoggiare azioni legali contro la società, a causa della mancata consegna delle dosi promesse al blocco, secondo Politico.

Sul fronte interno lo spread Btp/Bund, stabile a quota 102 punti base, non risente delle tensioni in Consiglio dei ministri, con la Lega che ha deciso di astenersi sul decreto riaperture, non essendo riuscita a ottenere un’estensione dalle 22:00 alle 23.00 del coprifuoco. M5s e Pd accusano l’alleato di Governo di mettere a rischio l’unità dell’esecutivo. Dal 26 aprile oltre la metà dell’Italia sarà in giallo.

Prosegue il collocamento del Btp Futura con scadenza 16 anni. Mentre in serata, a mercati chiusi, ha ricordato l’agenzia Reuters, il Tesoro comunicherà i dettagli delle aste Ctz e Btpei in programma martedì prossimo. Attive in mattinata Francia e Spagna, che offrono rispettivamente fino a 11 miliardi di euro in tre Oat oltre a 2 miliardi in indicizzati, e fino a 6 miliardi in tre Bonos.

Fonte: www.milanofinanza.it

Commenti