European Start Up
L'open innovation vista da una startup: la collaborazione fra Stamplay e Cisco

La società che ha creato una piattaforma per aiutare chi è poco esperto a programmare è la prima fondata da italiani a partecipare allo Spark Innovation Fund, fondo da 150 milioni di dollari della multinazionale per finanziare progetti innovativi. «Diventare abilitatori di grandi aziende ci fa conquistare gradualmente la fiducia del mercato», dice il co-founder Giuliano Iacobelli Collaborare con una grande azienda è utile a una startup per molti motivi: l’importante è farlo con player che siano molto vicini alla… (Continua a leggere)

Food, ecco perché Milano (e l'Italia) possono diventare il centro dell'innovazione

Marco Gualtieri, fondatore di Seedsandchips, racconta l’opportunità che ha il nostro Paese dopo l’Expo. «Siamo credibili a livello internazionale, dobbiamo solo accelerare. Se non ci muoviamo noi, lo fa qualcun altro, altrove». Lui ci prova, con il sostegno del sindaco Sala, con un grande evento in programma a maggio Quando si parla di cibo l’Italia è credibile, molto credibile, a livello internazionale: su questo non ci sono dubbi. Ma siamo spesso più ispiratori (la pizza, il caffè, il vino, qualche… (Continua a leggere)

Startup e innovazione, in Grecia un fondo pubblico da 260 milioni di euro

Si chiama EquiFund ed è finanziato dal programma “Competitività, Impresa e Innovazione 2014-2020” (200 milioni da governo greco e fondi europei), ma anche dal Fondo europeo per gli investimenti (60 milioni). È dedicato a progetti di ricerca e innovazione, nuove società e imprese in fase di crescita Se già Orazio, riferendosi alla conquista romana, sosteneva che “Graecia capta ferum victorem cepit” (la Grecia, conquistata, conquistò il feroce vincitore) grazie alla forza delle arti e delle lettere, la locuzione torna ad… (Continua a leggere)

Il 2016 delle startup, i fatti dell'anno

Startup senza notaio, riforma dell’equity crowdfunding, sgravi e incentivi nel Piano Industria 4.0: sono alcune delle novità di quest’anno per le neonate società innovative. Ma c’è anche la nascita del primo acceleratore mondiale del foodtech a Roma e i corsi di Apple a Napoli. Più la “scossa” data all’ecosistema da Piacentini nominato Commissario al Digitale Qualcosa si è mosso, anzi più di qualcosa. Il 2016è stato un anno nel quale si sono verificati alcuni fatti di rilievo nell’ecosistema italiano delle… (Continua a leggere)

Il “supermercato dei soldi” per millennials. Un 26enne mette tutte le app in una sola, Bud

Un solo login per decine di app, per non perdersi nel mare del fintech. La startup si chiama Bud, e l’ha fondata un giovane di 26 anni Il supermercato dei soldi. Questo è l’appellativo che il 26enne Ed Maslaveckas ha dato alla sua startup. Si chiama Bud, ed è una piattaforma che aggrega i servizi delle fintech più note sul mercato (banking, lending, trasferimento, consulenza) in una sola app. L’idea alla base è infatti che gli utenti non dovranno più… (Continua a leggere)

Gli investimenti nel mondo delle startup italiane

Venture capital e private equity non rappresentano ancora l’ossatura su cui poggiano le startup. Tra i soci crescono invece le società industriali. E nella legge di bilancio 2017 si trovano grosse novità. Nel registro delle startup italiane compaiono ben 6.400 imprese. Un numero alto, che però deve spesso fare i conti con la scarsità di investimenti in grado di assicurare sviluppo e continuità alle nuove realtà imprenditoriali. Uno dei principali problemi del nostro ecosistema di startup resta proprio lasottocapitalizzazione. Dal… (Continua a leggere)

Piano Industria 4.0: che cosa c'è per le startup e che cosa le startup chiedono al governo

La legge di stabilità, varata dal Consiglio dei ministri, prevede provvedimenti a favore di nuove imprese, acceleratori e venture capital. Che cosa ne pensano gli startupper? Sono soddisfatti delle norme, ma chiedono tavoli di lavoro con le aziende e minore burocrazia L’Industria 4.0 ha tra i suoi protagonisti anche le startup. Questo storico processo che porterà allaproduzione industriale del tutto automatizzata e interconnessa vede in prima linea le industrie italiane attive nei settori della manifattura additiva, della stampa 3D, della robotica, delle… (Continua a leggere)

Costituite 34 startup senza notai

Le startup innovative in forma di società a responsabilità limitata che, al 30 settembre 2016, risultano aver utilizzato la nuova procedura di costituzione con firma digitale e modello standard sono 57. Di queste, 23 sono ancora in corso di iscrizione: le nuove imprese già ufficialmente costituite sono dunque 34. Il servizio di assistenza specialistica fornito dal sistema camerale, operativo sin dalla nascita della piattaforma online dedicata nel luglio 2016, è stata esteso fino al 9 novembre 2016. Questo è quanto… (Continua a leggere)

Industria 4.0, Rocca (Assolombarda): «Le startup forniscono i sapori, le aziende creano le ricette»

«Dalla quarta rivoluzione industriale nascono possibilità per le neo imprese» dice il presidente dell’associazione a margine dalla presentazione dei risultati di ABC Digital, programma di alfabetizzazione digitale per over 60. «Ma il motore resta l’industria high-tech» “Nell’Industria 4.0 ci sono tanti sapori nuovi e, mettendoli tutti insieme, gli industriali possono creare nuove ricette. Le startup creano più sapori che ricette”. A dirlo a EconomyUp è Gianfelice Rocca, presidente di Assolombarda, intervistato oggi a Milano a margine della presentazione dei risultati di… (Continua a leggere)

Crescita esponenziale per le StartUp. Fioriscono a Milano e in Lombardia

Crescono a doppia cifra le StartUp innovative in Italia, evidenziando un aumento del 21,2% rispetto alla fine dello scorso anno. Lo rivela un’analisi elaborata dalla compagnia assicurativa BNP Paribas Cardif e presentata nel corso di Open-F@b Call4Ideas, un contest relativo al settore assicurativo, che conferma quanto già anticipato dal rapporto InfoCamere. Secondo i dati forniti, le imprese innovative iscritte nel Registro delle imprese sono 6.235. E’ possibile offrite anche un identikit di queste aziende: impiegano pochi addetti (nel 78,5% dei… (Continua a leggere)